Un anno di CoderDojo Ferentino, tutto un programma!

Ci avviciniamo al primo anniversario di CoderDojo Ferentino, un Dojo nato dal nulla curato e coltivato con amore da tutto il team di mentor e champion, che malgrado le distanze, gli impegni della vita di tutti i giorni, hanno dato il massimo per portare avanti questa fantastica iniziativa, che è qui per rimanere.

Quest’anno del Dojo di Ferentino è stato pieno di novità e sorprese, nuovi mentor, nuove attività e una grande partecipazione da parte di bambini e genitori, molte facce nuove che si aggiungo già agli accaniti partecipanti che ci seguono dal primo giorno. Famiglie che da Roma affrontano il viaggio fino a alla B.I.C. Lazio di Ferentino, dopo averci conosciuto al CoderDojo Roma S.P.Q.R.

E’ per tutti i nostri Ninja e le loro famiglie che cerchiamo costantemente di rendere ogni Dojo memorabile, lo curiamo nei minimi dettagli, in particolare il rinfresco per cui riceviamo dai più piccoli, sempre feedback stellari.

Diamo particolare attenzione anche ai genitori, che parecchie volte vengono trascurati, organizzando per loro delle attività come “Business Model Canvas” e “Lego Serious Play”, altre un po particolari come un incontro con un vero maestro di arti marziali, per portare un po di Giappone (e disciplina) al Dojo di Ferentino.

Il nostro obbiettivo sarà sempre lo stesso: portare il pensiero computazionale  verso le nuove generazioni cercando di renderli attori attivi nel mondo delle tecnologie, rendendolo il tutto più semplice, accessibile e divertente.

Per questo utilizziamo programmi come Scratch, Mblock, e più di recente Code Combact che ci aiutano, tramite il gioco, a semplificare operazioni di base e concetti universali di coding, che si spera più in là, possano ispirare qualche Ninja ad essere non solo utenti passivi delle tecnologie ma ad intraprendere un percorso attivo e critico, perché no ispirare anche futuri coders, ovviamente ci impegniamo che il tutto avvenga in tutta sicurezza e tranquillità.

Oltre alle nostre sessioni di Scratch, la grande novità di quest’anno per il Dojo è stata l’introduzione delle sessioni di Arduino, semplici  indirizzati alla creazione di applicazioni che forniscono nozioni di base nell’ambito della robotica e automazione. Da queste sessioni sono nati progetti come il carinissimo “flower bot” e “albero di natale”, alcuni un pò storti, altri prendevano vita propria, ma pur sempre lezioni preziose nell’insegnamento di concetti non sempre facili.

Continueremo a portare avanti le sessioni con lo stesso entusiasmo che ci ha fatto arrivare a questo piccolo grande traguardo, rimanendo tutti curiosi (e sopratutto molto nerd), impegnandoci ad organizzare attività divertenti, educative, e rinfreschi ad hoc. Be cool, stay tuned!

By Benedicta

Click edit button to change this text.